IFA MAGAZINE • N. 3 SETTEMBRE 2016 • Innovation for architectureEterno Ivica

IFA MAGAZINE • N. 3 SETTEMBRE 2016 • Innovation for architecture

IFA MAGAZINE • N. 3 SETTEMBRE 2016 • Innovation for architecture

04 ottobre 2016
IFA MAGAZINE: Acustica: “La riduzione della riverberazione negli ambienti destinati allo sport” e “ Nuovi sistemi costruttivi per il raggiungimento di elevati isolamenti acustici negli edifici residenziali”; Estero: Progetto – DUNE CITY, Mielno - Polonia.

Cari Lettori,

Siamo circondati da un mondo e da una società in continua evoluzione, i nostri standard di vita si muovono al pari delle evoluzioni tecnologiche, abbiamo acquisito consapevolezza consumistica che ci rende più liberi ed esigenti rispetto a ciò che acquistiamo, il turnover dei beni di consumo assume un crescente ritmo, soprattutto quelli legati alla nostra persona: vestiti, automobili, accessori tecnologici, creme di bellezza, arredamenti, food, e persino gli animali di compagnia spesso sono legati a un trend del momento.

Eppure, l’involucro più importante e strategico nel quale trascorriamo gran parte della nostra vita, quello che ci dovrebbe difendere dal caldo e dal freddo, dallo stress dei rumori esterni ed interni e dai cataclismi che sempre più si abbattono sopra le nostre teste, ebbene quest’importante nido chiamato CASA, assume un significato equivoco nel momento in cui dobbiamo pensare alla sua realizzazione o al suo acquisto: il motivo? Troppo spesso chi compra, non pretende spiegazioni testate e certificate di ciò che il mercato edile propone, con conseguenti problemi acustici, termici, di impermeabilizzazione, di umidità, di sicurezza strutturale, e senza considerare che le nostre case sono vecchie e fuori moda già prima di essere finite, a causa (o per merito), di norme in continua evoluzione e trend di mercato che si evolvono.

Sarebbe auspicabile pretendere una casa mutevole, che cambia con la moda, con la tecnologia che incalza, con i nostri gusti che si aggiornano: poter sostituire l’isolamento termico e acustico, le finiture interne, gli impianti elettrici, idrici, ma senza toccare lo scheletro della casa; sembra impossibile? Che direste se vi dicessi che tutto questo già esiste? Sicuramente qualcuno di voi ne è già a conoscenza e sa quali e quanti esempi costruttivi sono stati realizzati, ma vorrei farvi riflettere sul fatto che siamo noi a dover pretendere una simile sensibilità progettuale, perché posto che le tecnologie siano già presenti sul mercato, ci si scontra con la legge della domanda/offerta che ne regola inesorabilmente i prezzi. Come essere umani evoluti dobbiamo pretendere una casa aggiornabile, che manda in pensione le ostiche ristrutturazioni, che soddisfa chi ci vive, che crea un mercato che scorre in continuazione.

Alberto Cocco

Downloads

Resta sempre aggiornato sulle novità Eterno Ivica

Unisciti ai +61000 già iscritti

Non cederemo mai a terzi la tua email.

No, non voglio ricevere le ultime novità Eterno Ivica